D. Lgs. 81/2008 Testo Unico sulla Sicurezza

Con il vecchio D.Lgs. 626/1994, laddove i lavoratori
non avessero individuato un proprio RLS, era
comunemente accettata, da parte degli organi di
vigilanza
, la possibilità che i lavoratori rinunciassero
a questo loro diritto. Ciò, oggi, non è più possibile.

L'art. 47, comma 2 del D.Lgs.81/2008 stabilisce che
in tutte le aziende, o unità produttive, è eletto/designato
il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza,
che può essere interno alla società o territoriale.

L'art. 47, comma 8 del D.Lgs.81/2008, prevede che,
qualora non si provveda all'elezione/designazione del RLS
aziendale
, le funzioni proprie di tale figura dovranno
essere svolte da RLS territoriale.

All'azienda che non procederà all'elezione del RLS,
verrà, dunque, assegnato un RLS territoriale e sarà
onere dell'azienda stessa corrispondere un contributo in
misura pari a due ore lavorative annue per ogni lavoratore
occupato presso l'azienda (art. 52, comma 2, lettera a).

Nell'art. 18, comma 1, lettera aa) del D.Lgs.81/08,
viene stabilito che il Datore di Lavoro deve
comunicare annualmente all'INAIL i nominativi dei
Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza.

Per quanto riguarda la formazione dei RLS, il
D.Lgs.81/08 prevede che le modalità, la durata e gli
argomenti dovranno rispettare i seguenti contenuti minimi:
a) principi giuridici comunitari e nazionali,
b) legislazione in materia di salute e sicurezza sul
lavoro
,
c) principali soggetti coinvolti e relativi obblighi,
d) definizione e individuazione dei fattori di
rischio,
e) valutazione dei rischi,
f) individuazione delle misure di prevenzione e
protezione
,
g) aspetti normativi dell'attività dei RLS,
h) tecnica della comunicazione.

La durata dei corsi di formazione sarà di 32
ore
, di cui 12 sui rischi specifici presenti in
azienda e le misure di prevenzione adottate, con
verifica di apprendimento.

Ci saranno aggiornamenti periodici della durata di 4
ore annue per le imprese dai 15 ai 50 lavoratori e 8 ore
annue per le imprese con più di 50 lavoratori.

Per ulteriori informazioni contattaci cliccando sul bottone
qui sotto.



 

 

Sicurezza sul lavoro Milano, Bergamo, Novara, Vercelli, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Roma