Accordo Stato-Regioni su Corsi di Formazione

Formazione di lavoratori, dirigenti e datori di lavoro, così come previsto dal D.Lgs.81/2008.

Esclusa la validità della formazione a distanza, vengono obbligate all'aula attività formative come il rischio videoterminali, formazione e informazioni dei lavoratori (artt. 36 e 37, D.Lgs.81/08), ecc.
Per la seconda volta, dopo l'accordo sulla formazione degli RSPP, viene fortemente penalizzata questa metodologia per erogare la formazione sui temi della sicurezza e salute sul lavoro.

Negli accordi saranno introdotti nuovi parametri obbligatori per quanto attiene la prima formazione ai lavoratori sulla sicurezza: questa dovrà essere effettuata con corsi minimo di 8 ore (basso rischio) per passare a 12 ore (medio rischio) e 16 ore (alto rischio) con un ulteriore obbligo di corsi di aggiornamento di 8 ore nel quinquennio successivo.

Per quanto riguarda invece la formazione dei datori di lavoro che svolgono direttamente i compiti di RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione), il nuovo accordo andrà a sostituire le indicazioni dell'articolo 3 del Decreto Ministeriale 16 gennaio 1997, introducendo anche in questo caso, obblighi di aggiornamento quinquennali (da 12 a 20 ore). I corsi sono articolati in tre differenti livelli di rischio (da individuare in riferimento al settore Ateco di appartenenza dell'azienda): basso (durata minima di 16 ore), medio (32 ore) e alto (48 ore).

Anche per la formazione dei dirigenti saranno inseriti importanti obblighi in termini di durata partendo da almeno 16 ore di corso.

Inoltre sono stati previsti percorsi formativi anche per i lavoratori autonomi, così come individuati dall'articolo 21 del D.Lgs.81/2008.

Per ulteriori informazioni contattaci cliccando sul bottone qui sotto.



 

 

Sicurezza sul lavoro Milano, Bergamo, Novara, Vercelli, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Roma